lunedì 15 gennaio 2007

Un pò di paesaggio

Con l'inizio del nuovo anno ho deciso di terminare esteticamente ed operativamente la parte sinistra della stazione di testa dove è posizionata la rimessa circolare di Torino Augusta e la radice degli scambi che immettono in stazione.

Sul muro dipinto di azzurro ho posizionate delle immagini di Torino riprese dalla collina e mixate tramite un programma grafico. Ho quindi interposto uno schermo di vegetazione e una quinta di edifici che rappresentano le officine e gli uffici della zona deposito.



Ho voluto, anche qui, utilizzare una tecnica che mi piace, quella di
ingannare l'occhio posizionando dietro l'elemento scenico principale, in questo caso il bel deposito locomotive relizzato dall'amico Luca Patuzzi (lucapatuzzi@yahoo.it), alcune quinte rappresentate da vari elementi (edifici, vegetazione, ecc.) sempre piu "schiacciati". Questo nel tentativo di far credere allo spettatore catturato dall'oggetto in primo piano che l'orizonte sia molto più lontano di quello che è ovvero pochi centimetri.


Ho notato che, come consigliato in molte riviste specializzate, annullare i parallelismi,aumenta l'inganno e rende più naturale la scena. In questo caso gli edifici, le varie linee ferroviarie, gli alberi hanno tutti linee di fuga diverse e la parete di fondo è abbastanza mascherata.L'aggiunta dell'elento principale poi distrae ulteriormente lo sguardo dal fondale poco profondo.



Infine una immagine ripresa da una angolazione molto simile alla prima per far risaltare l'effetto prime e dopo la cura.

Ora non mi resta che curare molto la zona in primo piano.






Nessun commento: